Dal 1987 tanti anni di calcio...

 

Stagione 1987-88
Presidente: Maurizio “Chico” Toniolo
Allenatore: Bruno Comin
L’esordio del Calcio Zerman nel campionato AIAC con una trasferta, nell’ottobre 1987, che ci vede per la prima volta competere in una gara ufficiale: Vascon-Zerman. Catenaccio incredibile, sergio Bellio blinda la porta con grandi parate e Luigino “Ciccio” Marton insacca in contropiede. Vittoria 1 a 0 fuoricasa, nessun esordio sarebbe potuto essere più fortunato!!!
Il resto del campionato con alti e bassi procede per la matricola Zerman che alla fine si classifica in posizioni di bassa classifica, ma con onore...
Stagione 1988-89
Presidente: Giovanni Giacometti
Allenatore:  Bruno Comin
Cambio al vertice della presidenza, 
Stagione 1989-90
Presidente: Giovanni Giacometti
Allenatore: "Chico" Toniolo e "Ciccio" Marton
da inserire in arrivo una coppia di allenatori-giocatori, due colonne del Calcio zerman
Stagione 1990-91
Presidente: Giovanni Giacometti
Allenatore: Marcello Scandolin
da inserire
Stagione 1991-92
Presidente: Giovanni Giacometti
Allenatore:  Marcello Scandolin
inserire Arriva Ivo Ceolin
Stagione 1992-93
Presidente: Giovanni Giacometti
Allenatore:  Marcello Scandolin
La stagione AIAC prevede le finali organizzate presso gli impianti di Zerman, ed è la prima volta in assoluto. Dopo un campionato di alti e bassi il Calcio Zerman riesce a qualificarsi per le finali e ottiene un ottimo piazzamento classificandosi al 4° posto assoluto.
Purtroppo pesa la semifinale persa ai rigori contro il Mignagola, che poi arriverà secondo alle spalle del Salzano vincitore del torneo; Zerman avanti per 2 a 0 si fa rimontare sul 2 pari grazie a 2 rigori provocati da Ugo "Piotto" Marton, un'altra delle colonne della nostra squadra.
Stagione 1993-94
Presidente: Giovanni Giacometti
Allenatore:  Marcello Scandolin
inserire
Stagione 1994-95
Presidente: Giovanni Giacometti
Allenatore:  Marcello Scandolin
La stagione sportiva viene funestata quando, il 25 febbraio 1995, viene a mancare a soli 29 anni e dopo una malattia, Gilberto "Gil" Bardi, arcigno difensore della squadra. A lui sarà intitolato, a partire dall'anno successivo il torneo d'apertura "Memorial Gilberto Bardi".
Stagione 1995-96
Presidente: Giovanni Giacometti
Allenatore:  Marcello Scandolin
Arrivano quelli del Peseggia: Luciano Guerra, Loris "Nonno" Mazzetto, Claudio Ceccon (l'anno dopo), Stefano Favaro, Mario Casarin, Giancarlo Favaretto, Paolo Ceolin, Luciano Parpinello.
Stagione 1996-97
Presidente: Giovanni Giacometti
Allenatore:  Marcello Scandolin
inserire
Stagione 1997-98
Presidente: Giovanni Giacometti
Allenatore: "Chico" Toniolo e "Ciccio" Marton, (sostituiti da Aldo Dei Gobbi)
Da scrivere!
Stagione 1998-99
Presidente: Giovanni Giacometti
Allenatore: Aldo Dei Gobbi, (sostituito da Chico Toniolo e Ciccio Marton) 
L’annata comincia con una buona notizia. Veniamo ripescati in serie A e ci troveremo in competizione con le migliori del torneo. L'avvio del campionato è ottimo, a ridosso della pausa natalizia, dopo un mitico Ceggia-Zerman 0-1 ci troviamo addirittura secondi in classifica. Poi precipitiamo: record di 7 sconfitte consecutive, (mai successo!), cambia l'allenatore e rientrano Chico e Ciccio ma la musica non cambia, nelle ultime giornate proviamo il tutto per tutto ma finiamo retrocessi addirittura con la mancata "combine" all'ultima partita: un Zerman-S.Stino 0-0 che non serve ne' a noi per restare in A né a loro per andare alle finali.
Stagione 1999-2000
Presidente: Alfredo De Stefani
Allenatore: Luciano Dal Bo' 
Importante cambio societario, dopo molti anni viene trovato l'accordo tra tutti per Alfredo De Stefani presidente che porta in organico, dalle serie dilettanti circostanti, il mitico Ciano Dal Bo'  (da Marcon) come nuovo allenatore.
Comincia un nuovo ciclo, con alti e bassi, qualche risultato squillante, (vittoria per 7-2 con il Mestre), e qualche partita un po' controversa, come ad esempio una vittoria Camion Calcio-Zerman 4-5 che aveva fatto clamore all'interno dell'AIAC in quanto gli avversari volevano ritirare la squadra in virtù di un arbitraggio da loro ritenuto scandaloso. Tutto rientra, finiamo fuori dalla zona finali-promozione, ma non importa perché dall'anno successivo i gironi AIAC da 2 diventeranno 3.
Stagione 2000-01
Presidente: Alfredo De Stefani
Allenatore: Luciano Dal Bo'  e Bruno Cussiol
Considerate le intemperanze di Ciano gli viene affiancato Bruno Cussiol. Quest'anno le finali AIAC sono previste presso lo stadio Comunale di Mogliano Veneto. L’organico cresce e si rafforza, ben 21 risultati utili consecutivi, record per la ns squadra, e a fine stagione Zerman si classifica al terzo posto del proprio girone e per la prima volta hanno luogo i playoff per le coppe (Disciplina e AIAC) accanto alle classiche finali per il titolo ufficiale.
Ci riscattiamo infatti in Coppa AIAC: Campobernardo-Zerman 1-1 tiratissimo e Zerman-S.Stino 2-1 con rete vincente di Ivo Ceolin nei tempi supplementari. Siamo in finale a Mogliano, Ghiranova-Zerman 1-0 dopo una partita tesa e giocata fino all'ultimo con una squadra che era stata campione assoluto AIAC solo qualche anno prima.
Altra piccola soddisfazione a luglio: vinciamo il torneo di calciotto organizzato presso gli impianti Busan a Mogliano.
Stagione 2001-02
Presidente: Alfredo De Stefani
Allenatore: Luciano Dal Bo' 
Ancora un campionato AIAC a 3 gironi, e Ciano ritorna ad essere allenatore unico della squadra, ci viene sorteggiato un girone abbastanza alla nostra portata e riusciamo con un onorevole campionato a classificarci medio-alti in classifica finale, comunque appena sotto la zona che accede alle fasi finali assoluti AIAC.
Ancora una piccola soddisfazione a luglio, per il secondo anno consecutivo vinciamo il torneo di calciotto organizzato presso gli impianti Busan a Mogliano. Siamo diventati la squadra da battere.
Stagione 2002-03
Presidente: Alfredo De Stefani
Allenatore: Luciano Dal Bo' 
L'arrivo di un attaccante stratosferico, Marco Bin, cambia il volto alla nostra squadra. La buona difesa che negli anni ci ha sempre contraddistinto si rinforza con un attaccante di qualità e altri innesti importanti. Risultati squillanti: doppio 7-1 al Camion Calcio, altri grappoli di gol qua e là che ci vedono vincere tranquillamente il nostro girone. Ora ce la vedremo con quelle degli altri gironi per il titolo assoluto AIAC.
E' forse la miglior squadra che si sia vista a Zerman. Facciamo il girone a 3 per arrivare alla finalissima, questi i risultati: Zerman-Jesulum 2-3 Bottega-Zerman 0-1 e Jesulum-Bottega 0-1, per un regolamento scandaloso, (che premia il miglior piazzato rispetto alla classifica disciplinare anziché sul campo!!!), la finalissima assoluta AIAC la disputa la Bottega Veneta, (perdendola contro il Campobernardo). Peccato, stavolta ci siamo arrivati davvero molto vicini, e Marco Bin dall'anno prossimo smetterà di giocare...
 
Stagione 2003-04
Presidente: Alfredo De Stefani
Allenatore: Ciano Dal Bò poi Maurizio "Fonzie" De Filippi
Ridimensionati ma comunque competitivi ripartiamo, la squadra è un po' sottotono, arriviamo malmessi a ridosso del Natale quando, dopo aver clamorosamente perso 0-5 in casa con il Camion Calcio, Ciano rassegna le dimissioni irrevocabili.
Arriva quindi come allenatore uno dei supertifosi, attivo fin dalla fondazione agli albori del calcio Zerman: Maurizio De Filippi detto Fonzie con le proprie idee sul calcio. Calcio totale: fuorigioco sistematico, difesa a 3, aggressione continua degli spazi, idee troppo innovative per il mondo del calcio amatoriale, e sopraggiungono anche alcune defezioni tant'è che arrivano alcuni rinforzi provenienti dal Marcon a puntellare l'organico. Il campionato si chiude con risultati molto deludenti, rimane negli annali un Salzano-Zerman 7-1, siamo ultimi del girone che solo l'anno prima avevamo vinto.
Stagione 2004-05
Presidente: Alfredo De Stefani
Allenatore: Maurizio "Fonzie" De Filippi
Sempre fedeli all'assetto tattico proposto da Fonzie la squadra affronta anche questo campionato, con un organico giocatori un pò più consistente frutto dell'inserimento del gruppo da Marcon. Nonostante qualche buona soddisfazione sul campo i risultati continuano a non arrivare, partite con valanghe di gol fatti e subiti che alla fine ci vedono uscire molto spesso sconfitti.  Arriviamo penultimi, dietro di noi solo il MestreUno. Alla fine del campionato il malumore che serpeggiava nello spogliatorio rispetto al modulo e alla disposizione in campo inducono molti a riflettere sul futuro della squadra.
Nel corso del torneo estivo a San Cipriano, (che come quelli a Quarto d'Altino, Musile, Portegrandi, Asseggiano e altri posti, vengono fatti negli anni per proseguire l'attività agonistica della squadra), si consuma una sorta di rivolta dei giocatori che stimolano il presidente ad indurre Fonzie a mollare per rimettere in moto un nuovo corso.
Stagione 2005-06
Presidente: Alfredo De Stefani
Allenatore: Aldo Dei Gobbi
Aldo Dei Gobbi riprende la panchina del Calcio Zerman dopo alcuni anni dalle sue ultime conduzioni (datate 1999) e una squadra che dopo il calcio "totale" praticato con la conduzione di Fonzie ha bisogno di riprendere fiducia in se' stessa. Il campionato di serie C, (l'ultimo dei 3 gironi con le squadre che non possono puntare al titolo assoluto AIAC), ci vede in buona posizione per praticamente tutta la stagione e ci porta a conquistare i gironi superiori dopo alcuni anni, ed è praticamente lo stesso organico dell'anno precedente!!!
Nelle finali a Susegana, con la formula dei playoff di fine stagione vinciamo la coppa AIAC, il minitorneo parallelo ai playoff Assoluti AIAC (vinti in quell'anno dallo Jesulum), e a quelli della Coppa Disciplina. In finale un Roberto de Cristofaro scatenato, (gol e assist) e battiamo 3 a 1 il SanDonato Musile e ci laureiamo campioni di un titolo comunque importante.
Stagione 2006-07
Presidente: Alfredo De Stefani
Allenatore: Aldo Dei Gobbi
La stagione comincia male: il 28 luglio 2006 una tromba d'aria scoperchia la nostra amata "casetta" e veniamo estromessi dalla nostra sede naturale per alcuni anni. Anche in campionato in una delle prime giornate al termine del primo tempo di un Zerman-Bonfà, (parziale 1-0 a nostro favore), troviamo che i ladri hanno svaligiato lo spogliatoio avversario; la partita viene ovviamente sospesa. E alla ripresa del tempo mancante, qualche mese dopo, perdiamo 2 a 1.
Stagione abbastanza incolore, con avversari di buon livello. Dopo molti risultati altalenanti finiamo la stagione in bassa classifica e ritorniamo a giocare nel girone degli scarsi dell'AIAC, (il girone C).
Stagione 2007-08
Presidente: Alfredo De Stefani
Allenatore: Aldo Dei Gobbi
Le attività di tutti sono finalizzate alla ricostruzione della "casetta", e qui bisogna fare un grande elogio al grande volontariato che ha contraddistinto il lavoro di tutti con un ringraziamento a quanti si sono prodigati per avere di nuovo la nostra sede pronta.
Il campionato di serie C alla fine si trascina stancamente, non ci sono risultati di rilievo particolare, non riusciamo a ritornare nei gironi superiori. Unico colpo di coda in finale di stagione è la disputa dei playoff per la Coppa AIAC (che abbiamo vinto nel 2006 e che ci ha visto arrivare secondi nel 2001). Ma la strada ci viene sbarrata da uno degli avversari sorici con i quali abbiamo lottato infinite volte nei derby infuocati. Infatti veniamo eliminati dopo un terribile 5 a 1 a Bonisiolo che ci sbarra la strada, e un po' di malumore incomincia a serpeggiare all'interno della squadra.
Stagione 2008-09
Presidente: Alfredo De Stefani
Allenatore: Aldo Dei Gobbi
La squadra festeggia a settembre il ventennale e con una sorta di rifondazione interna tenta di dare una sterzata decisiva per provare a rilanciare un organico che tecnicamente sembrerebbe essere all'altezza di traguardi più ambiziosi. In realtà i progetti del 28 settembre, (giorno della festa), rimangono solo sulla carta, il campionato disputato è piuttosto incolore.
A fine campionato la squadra è ancora nel girone C, con dignità il torneo è stato portato a termine senza polemiche. Ci interroghiamo sul futuro e così viene trovata, in maniera molto partecipata tra tutti i componenti, una formula per ridisegnare il Calcio Zerman ricostruendone vertici ed estusiasmi interni: votiamo tutti e nelle urne viene eletto un direttivo, democraticamente eletto, che una volta insediato nomina presidente Claudio Ceccon. E' l'avvio di una nuova stagione.
Stagione 2009-10
Presidente: Claudio “Cecca” Ceccon
Allenatore: Massimo “Maci” Amadio
Il nuovo direttivo incarica un nuovo allenatore, figura storica della nostra squadra: Massimo "Maci" Amadio. A causa di alcune defezioni interne all'AIAC viene inoltre deciso di redistribuire con sorteggio tutte le squadre in 2 anziché 3 gironi (com'era fino al 2000). Dopo tanti anni possiamo di nuovo puntare al titolo assoluto, anche se molto meno ambiziosamente puntiamo ad arrivare almeno al 7° posto del girone, (così da essere in serie A l'anno successivo).
Annata positiva, con un buon girone d'andata e calo in quello di ritorno finiamo all'8° posto  e abbiamo lo spareggio con l'8° posto dell'altro girone: Meolo-Zerman, peraltro in sfida secca da giocare sul nostro campo finisce male, perdiamo ai rigori e ci aspetta un campionato in serie B, e loro vanno in A. Peccato, siamo arrivati vicini alla serie A.
Stagione 2010-11
Presidente: Claudio “Cecca” Ceccon
Allenatore: Massimo “Maci” Amadio
Siamo di nuovo fuori portata per il titolo assoluto ma l'obiettivo è quello di puntare alla promozione, l'organico si rafforza e ci mettiamo in moto. Un dignitoso campionato di serie B che parte molto bene con una permanenza nei primi posti per tutto il girone d'andata e che vede poi una flessione nella primavera successiva. Un comportamento che spesso abbiamo visto anche nei campionati precedenti con primavere deleterie per classifica e gioco.
Sul filo di lana, peraltro riposando l'ultima giornata di campionato, veniamo promossi al 4° posto, (l'ultimo utile per salire in serie A), grazie alla miglior difesa in assoluto dell'AIAC, e ad una clamorosa combinazione di fattori che alla fine penalizza il Carpenedo e ci apre la strada per una prossima stagione  finalmente nella massima serie AIAC (a 2 gironi), dove l'anno prossimo faremo tutto il possibile per guadagnarci la permanenza.
Stagione 2011-12
Presidente: Claudio “Cecca” Ceccon
Allenatore: Loris Mazzetto
Siamo in serie A, rosa giocatori complessivamente buona ma inizio col botto, dopo pochi giorni di preparazione il mister Maci si fa da parte per problemi personali. Si fa avanti Loris che prende per mano la squadra. Inizia il girone d andata i con buone prestazioni ma senza risultati, le perdiamo tutte, tranne 2 vittorie e chiudiamo girone con 6 punti, tante polemiche, e con anche alcune decisioni molto discutibili da parte dell’AIAC.
Il girone di ritorno è un vero e proprio calvario, ci troviamo sempre contati addirittura in una occasione giochiamo in 9 mentre un’altra volta siamo costretti a rinviare la partita. Le perdiamo tutte tranne l’ultima con l’Audace San Donà, che vinciamo ed evitiamo l’ultimo posto retrocedendo i serie B, penultimi, fra polemiche casini ed abbandoni. Alle premiazioni, in funzione di quanto capitato nel corso della stagione, l'AIAC ci assegna la coppa Fair Play, istituita giusto in questa stagione. A fine stagione, nell’assemblea di rinnovo cariche, viene eletto il nuovo direttivo, Zè Maria è il nuovo allenatore e si decide di passare alla Lega Amatori Calcio Treviso.
Stagione 2012-13
Presidente: Paolo Scomparin
Allenatore: Roberto De Cristofaro "Zè Maria"
Siamo in serie C1 della Lega Amatori Calcio Treviso. Grandi cambiamenti ma lo Zerman è ancora qui, forte più che mai... La rosa si è rinforzata con un buon apporto di forze fresche, giovani di belle speranze che hanno già fatto esperienze varie e che si stanno integrando nell'ambiente del calcio gialloverde.
Girone d'andata buono con la squadra che gira bene, lotta e porta a casa buoni risultati, e che chiude nella colonna di sinistra della classifica. Viene purtroppo smarrita la retta via da gennaio in poi e inizia un calvario infinito che porta la squadra a scivolare, perdendo quasi tutte le partite com'era successo l'anno precedente nel girone AIAC, piano piano verso il fondo della classifica per chiudere il campionato al terzultimo posto.
Per dare una scossa viene concordato un cambio alla guida della squadra tra Zé Maria e Ricky Busatto che ha modo di disputare, a fine giugno, il Torneo dell'Ovest (ed è la prima volta per noi). Anche qui nessuna soddisfazione: 5 sconfitte su 5 partite disputate. Speriamo vada meglio l'anno prossimo!!!